Home » Attualità » Caccia anticipata in Sicilia, il no del Movimento 5 Stelle

Caccia anticipata in Sicilia, il no del Movimento 5 Stelle

“Caccia anticipata, il governo faccia marcia indietro e l’assessore all’agricolura Ezechia Paolo Reale venga in commissione a riferire le ragioni di questo via libera prematuro”.

E’ il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’All’assemblea Regionale Siciliana a far sentire la propria voce “sul provvedimento del Governo ha dato il via libera alle doppiette in Sicilia con tre settimane di anticipo”.

Una interrogazione che sollecita una risposta urgente in commissione per capire le ragioni alla base della decisione e se il governo non intenda fare retromarcia. “Questo periodo – si legge nell’interrogazione – integra una fase particolarmente delicata per lo sviluppo biologico di molte specie, il cui ciclo naturale potrebbe essere gravemente compromesso dall’attività venatoria, atteso che la fase finale della stagione estiva costituisce un momento in cui molti esemplari giovani, non autonomi rischiano di diventare facile prede per i cacciatori”.

Il via anticipato alle doppiette, secondo il Movimento 5 stelle, potrebbe inoltre nuocere a specie fortemente a rischio e si pone in netta antitesi col parere di esperti di associazioni ambientaliste e con le autorevoli indicazioni tecniche fornite dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale in merito ai tempi ed alle specie cacciabili.

E sulla linea del movimento 5 stelle interviene con decisione anche la deputata Valentina Valentina Zafarana.

“Sulla stampa – dice – in questi giorni sono apparsi articoli che ci dipingevano quasi a favore di questa pratica. E’ ora di sgomberare il campo da qualsiasi equivoco: siamo contro la caccia, senza se e senza ma e tutte le posizioni che abbiamo assunto sul tema in passato, del resto lo confermano.