Home » Attualità » Incendi a Caronia. Tre intossicati. Il sindaco firma ordinanza di sgombero delle abitazioni interessate dal fenomeno dell’autocombustione

Incendi a Caronia. Tre intossicati. Il sindaco firma ordinanza di sgombero delle abitazioni interessate dal fenomeno dell’autocombustione

Il sindaco Calogero Beringheli ha firmato l’ordinanza di evacuazione di delle due abitazioni di via Mare a Cenneto di Caronia interessate in questi giorni dai misteriosi fenomeni dell’autocombustione. Ma anche le altre famiglie hanno deciso di abbandonare le case. Cresce la paura nella piccola frazione del Comune tirrenico. L’ultimo incendio si è sviluppato ieri mattina. Sfiorata la tragedia. Tre persone, infatti, sono rimaste intossicate nel rogo che ha distrutto una mansarda. Sempre ieri, ma nel pomeriggio, gli abitanti di Canneto hanno inscenato una manifestazione di protesta. Un gruppo ha bloccato la strada, impedendo alla camionetta dei vigili del fuoco, il ritorno verso la caserma di Sant’Agata di Militello. Dopo la ripresa degli strani fenomeni, gli abitanti di Caronia hanno chiesto il mantenimento di un  presidio di Santo Stefano a pieno regime, proprio in ragione della nuova ondata di strani incendi. Richiesta ancora oggi però rimasta inascoltata. Questa mattina a Palermo si è tenuto un tavolo tecnico convocato dall’assessore regionale all’ambiente Giovanni Bruno ed i tecnici di arpa e protezione civile. Sulle cause all’origine dei misteriosi incendi che stanno seminando il terrore nella frazione di Canneto restano tutti in piedi i dubbi sollevati in questi anni ed ai quali non è stata ancora data risposta.  Il primo cittadino ha intanto  annunciato che chiederà al Governo lo stato di calamità.