Home » Attualità » Isola pedonale, la città contro l’orientamento del Consiglio Comunale

Isola pedonale, la città contro l’orientamento del Consiglio Comunale

Che la decisione di far scomparire l’isola pedonale del centro città, presa da un Consiglio Comunale dal basso profilo politico, non sia stata condivisa soltanto dalla Giunta Accorinti, lo dimostra il fatto che sui social network si è acceso il dibattito e sono in tanti i messinesi che criticano la disposizione del civico consesso. Da Facebook parte adesso la mobilitazione a favore dell’area pedonale e per sabato pomeriggio è stata organizzata una manifestazione pro isola.  Appuntamento a piazza Cairoli alle ore 18. A Palazzo Zanca si studiano soluzioni. Ieri l’assessore alla Mobilità Urbana Gaetano Cacciola ha incontrato i rappresentanti dell’Associazione Mille Vetrine, che stanno mettendo in campo una serie di iniziative. Ma intanto il Comune non sembra avere altra scelta che attuare nei prossimi giorni quanto deliberato dall’Aula. Le reazioni indignate non sono solo quelle dei cittadini che cominciavano ad apprezzare un modo nuovo di vivere la città. La decisione presa dai partiti in queste ore spacca la politica. I Dr con i deputati regionali Picciolo e Greco pensano ad una proposta alternativa, perché quella voluta dal Consiglio non può certo essere definita isola pedonale. In casa Pd sono critici i renziani con Alessandro Russo che non comprende la posizione del partito che in tutta Italia promuove aree destinate ad i pedoni ed a Messina ha fatto opposizione all’idea solo perché concepita dalla Giunta Accorinti. Duro pure l’intervento dell’onorevole Panarello che giudica un gravissimo errore riaprire al traffico la via dei Mille. Nel dibattito è intervenuto pure il Nuovo Centro Destra che con il deputato Germana invita l’amministrazione a dialogare con l’aula.