Home » Cronaca » Spacciava cocaina a domicilio, arrestato nonostante avesse installato un impianto di videosorveglianza

Spacciava cocaina a domicilio, arrestato nonostante avesse installato un impianto di videosorveglianza

L’impianto di videosorveglianza che aveva istallato nel perimetro della sua abitazione non è servito ad evitargli l’arresto. Luca Crocè, 41 anni, spacciatore di droga a domicilio è stato arrestato dai carabinieri dopo il bliz nella sua abitazione nel rione Bisconte di Messina, intervento che ha consentito il ritrovamento di 140 grammi di cocaina in parte già suddivisa in dosi e tutto l’occorrente per il taglio della sostanza stupefacente nascosti sotto un vano della vasca idromassaggio.
I controlli dei militari dell’arma erano iniziati in strada. 5 i giovani fermati con in possesso singole dosi di cocaina. I Carabinieri del nucleo operativo di Messina, in collaborazione con quelli del nucleo radiomobile hanno così deciso di perquisire la casa del pusher. Crocè, accortosi dell’arrivo delle forze dell’ordine grazie alle sue telecamere, ha tentato di disfarsi della cocaina gettandola nel wc. La droga è stata recuperata. Lo spacciatore custodiva sotto il materasso più di 400 euro in banconote di piccolo taglio ed in cucina, in un barattolo di crema alla nocciola, sono stati ritrovati anche 20 grammi di marijuana. Luca Crocè, arrestato, dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.