Home » Politica » Gestione dei rifiuti, la Corte dei Conti apre le porte ai privati. Tutto già previsto

Gestione dei rifiuti, la Corte dei Conti apre le porte ai privati. Tutto già previsto

Non è più solo una ipotesi inserita nel programma elettorale del sindaco De Luca. Adesso la privatizzazione nella gestione dei rifiuti sembra essere sempre più concreta. Con una delibera della Corte dei Conti, datata 21 dicembre, si “impone all’amministrazione di dismettere la veste di imprenditore pubblico e di procedere all’esternalizzazione del servizio”.
I magistrati contabili in questo modo chiariscono il percorso che Palazzo Zanca deve intraprendere, alla luce anche del fallimento di Messinambiente ed in applicazione a quanto previsto dal decreto Madia.
Il sindaco De Luca nel pomeriggio ha rassicurato i lavoratori di Messina Servizi ed ha annunciato che entro due anni il settore sarà affidato ad una società privata tramite gara europea.