Home » Primo piano » Tasi: la prima rata entro il 16 ottobre

Tasi: la prima rata entro il 16 ottobre

Entro giovedì  16 ottobre bisognerà pagare la prima rata della Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili. Si tratta di un’imposta  introdotto con la legge di stabilità 2014 e riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale. Chiamati a versare il tributo, sono tutti i proprietari o detentori di fabbricati ed aree fabbricabili.  Non rientrano però nella categoria i terreni agricoli. Se inoltre l’immobile è già gravato dal canone Imu, allora non sarà soggetto alla tasi. Sono escluse anche le abitazioni principali appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.La quota da versare ovviamente varia in base alla rendita catastale dell’immobile e viene calcolata proporzionalmente ai mesi del possesso. Si può pagare in un’unica soluzione entro il 16 ottobre o in due rate. La prima entro giovedì prossimo, la seconda entro il 16 dicembre.  Due le modalità di pagamento previste dal Comune:  o tramite il modello F24 o tramite bollettino negli uffici postali. Ed ecco come verrà investito il budget della Tasi incassato a Palazzo Zanca.  Le quote saranno ripartite per realizzare interventi di illuminazione pubblica, sicurezza, verde pubblico, manutenzione delle strade, fognature  e progetti nei settori che riguardano l’intera collettività e non le singole categorie.