Home » Attualità » Carceri, Faraone: “Ad Augusta agenti della penitenziaria e detenuti privi dei più elementari diritti”

Carceri, Faraone: “Ad Augusta agenti della penitenziaria e detenuti privi dei più elementari diritti”

“Sono stato con Manuel Mangano, giovane consigliere di Augusta, alla casa circondariale della città. Il carcere dovrebbe mirare al recupero sociale del condannato. Alla rieducazione. Le condizioni delle carceri sono sempre meno dignitose, non ci si può abituare alla privazione della dignità. Il primo problema è il sovraffollamento della struttura a cui segue la costante carenza di personale di polizia penitenziaria. Tutta la popolazione carceraria unita, da chi sta in cella a chi garantisce la sicurezza, ha denunciato le pessime condizioni della struttura carceraria”. Lo scrive sui social il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone che ieri si è recato nel carcere di Brucoli.

“Ad Augusta – prosegue Faraone – la polizia penitenziaria chiede di non essere sottoposta a turni massacranti e a condizioni di sicurezza ridotte per mancanza di personale. I detenuti hanno dato vita ad una protesta pacifica, chiedono di potere avere l’acqua nelle celle, di potersi fare una doccia senza assembramenti, di poter trascorrere il tempo tra studio o laboratori, cosa che al momento non è consentito”.

“La pena – conclude – va scontata con dignità e con le irrinunciabili condizioni di umanità, chi lavora in carcere deve farlo con la massima sicurezza. Questi sono requisiti indispensabili di ogni Stato di diritto. Oggi ad Augusta mancano del tutto. Mi impegnerò affinché questa struttura possa garantire le indispensabili condizioni di umanità” .