Home » Attualità » Chiesa di San Saba chiusa ed inagibile, il consigliere Biancuzzo scrive all’Arcivescovo La Piana

Chiesa di San Saba chiusa ed inagibile, il consigliere Biancuzzo scrive all’Arcivescovo La Piana

Ecco il testo della lettera inviata dal consigliere del sesto quartiere Mario Biancuzzo all’Arcivescovo di Messina Calogero La Piana: “Eccellenza come a sua conoscenza la chiesa di San Saba è chiusa, dichiarata inagibile dai Vigili del Fuoco.

Ma andiamo per ordine:

il 25 luglio 2014, alle ore 18,30 circa, una parte consistente di parete, cornicione e calcinacci si sono staccati dalla chiesa, sita sul lungo mare, cadendo all’ingresso del portone e lateralmente. Per fortuna  senza causare danni a persone o cose, tra l’altro la chiesa era chiusa. Allertati i Vigili del Fuoco. prontamente intervenuti, dopo aver effettuato accurati controlli hanno dichiarato inagibile la chiesa, transennandola con appositi sigilli.

Nella qualità di consigliere e come cittadino residente da sempre in codesto Villaggio, nella stessa serata e il giorno successivo ho chiesto con note scritte alla Signoria Sua Ill.ma di voler intervenire con una ditta di fiducia per effettuare tutti i lavori necessari  e conseguentemente riaprire la chiesa.

Dopo qualche giorno la statua di San Saba è stata spostata nella piccola chiesetta antica e storica.

La festa è stata assicurata, così come da tradizione la terza domenica di agosto si è svolta la processione per le vie del villaggio.

Premesso ciò chiedo a S. E. Calogero La Piana, di sapere

quando inizieranno i lavori di ristrutturazione della chiesa?

Quali sono i motivi che nessuna risposta è pervenuta allo scrivente, in merito alle mie richieste di intervento?

Eccellenza, mi permetto suggerirle, anche se non sono un tecnico, che necessitano i seguenti interventi: rifacimento dei cornicioni caduti, ristrutturazione dei muri, ma soprattutto, un accurata  installazione sul tetto di guaina catramata per evitare infiltrazione di acqua piovana.

Eccellenza, mi permetto suggerirle, che i lavori bisogna eseguirli adesso, con l’arrivo dell’inverno diventa difficile realizzarli, i forti venti di maestrale, salsedine ed acqua piovana ostacolerebbero, notevolmente, gli interventi manutentivi. Non dimentichiamoci che siamo vicino al mare. Inoltre, Eccellenza,  se oggi bastano 10.000 € domani ne serviranno il quintuplo.

Eccellenza, abbiamo diritto ad avere una chiesa è l’unico punto di riferimento.

Quanto tempo dobbiamo aspettare prima che tutti noi possiamo tornare a sederci tra i banchi della chiesa?

Abbiamo bisogno della chiesa della parola del Signore.

Monsignore, le chiedo, gentilmente, nella qualità di consigliere e come  cittadino residente da 64 anni e 4 giorni in codesto villaggio San Saba, umilmente, un cenno di riscontro. Grazie.

Mi benedica”.