Home » Primo piano » Furti di carburante all’Atm, scattano gli arresti

Furti di carburante all’Atm, scattano gli arresti

Stamani la Digos ha eseguito l’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Messina su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di undici soggetti ritenuti, a vario titolo, responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di innumerevoli furti aggravati di carburante ai danni dell’Atm, nonché di ricettazione.
In particolare, l’ordinanza prevede l’applicazione di misura cautelare personale della custodia cautelare in carcere nei confronti di due soggetti, tra cui un dipendente dell’Atm; la misura degli arresti domiciliari nei confronti di altri due soggetti, ritenuti responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati di ingenti quantitativi di carburante ai danni dell’Atm; la misura cautelare personale dell’obbligo di dimora nel comune di residenza nei confronti di altro soggetto, dipendente dell’Atm, ritenuto responsabile del reato di furto aggravato; la misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di sei soggetti ritenuti responsabili del reato di ricettazione continuata.