Home » Attualità » AIA Messina, presentato il corso per diventare arbitri di calcio

AIA Messina, presentato il corso per diventare arbitri di calcio

Nell’odierna mattinata nell’Aula Magna dell’Istituto “G. Minutoli” di Messina si è svolta la presentazione del Corso per la formazione dei nuovi arbitri, a cura dell’Associazione Italiana Arbitri di Calcio della Sezione di Messina, a favore degli studenti degli Indirizzi BTS e CAT (Corso Geometri) dell’Istituto “G. Minutoli” e degli allievi dell’Indirizzo AFM – Management Sportivo dell’Istituto “S. Quasimodo” di Messina, che hanno seguito l’evento in videoconferenza. Il Prof. Francesco Pellico, dopo la presentazione dell’evento, ha ricordato che a distanza di più di un anno e mezzo, causa pandemia, l’Istituzione scolastica – sempre attenta alle dinamiche economiche – riprende gli incontri con gli esperti del mondo del lavoro e delle professioni, al fine di un miglior inserimento degli studenti nella odierna realtà lavorativa. Il Dirigente dell’Istituto, Prof. Pietro Giovanni La Tona, dopo i saluti istituzionali, ha ricordato agli studenti l’importanza del rispetto delle regole nella vita e nel mondo dello sport ed in particolare in quello del calcio e si è anche soffermato sulla figura dell’arbitro che assicura che ogni incontro si svolga nel pieno rispetto delle regole del gioco. Il Dirigente Regionale AIA, Santino Morabito – con una notevole esperienza in materia arbitrale – si è soffermato sulla figura dell’arbitro inteso come “Tecnico del gioco del Calcio”, puntualizzando che i giovani interessati e motivati, previa frequenza di un apposito corso gratuito, tenuto da dirigenti ed arbitri esperti dell’AIA, possono intraprendere questa professione. Ha evidenziato, inoltre, che i neo arbitri ricevono la divisa ufficiale per dirigere le gare e la tessera FIGC-AIA, grazie alla quale è possibile accedere gratuitamente in tutti gli stadi italiani e che l’attività arbitrale garantisce ai giovani arbitri, che frequentano gli ultimi tre anni della scuola secondaria di II° grado, dei crediti formativi scolastici. Il giovane arbitro di calcio, Enrico Gemelli, ha tracciato la sua esperienza che lo vede arbitrare partite di Serie C in tutta Italia. Ha proceduto alla proiezione di un interessante video sulle attività arbitrali della Sezione AIA di Messina, che annovera nel proprio organico, oltre ad arbitri di Serie B, C, D e sino alle categorie giovanili, anche l’arbitro di Serie A, Alberto Santoro, che rappresenta la Città dello Stretto in tutta Italia; inoltre, ha sottolineato che ogni gara diretta dall’arbitro viene retribuita mediante un rimborso spese. Intraprendere la carriera arbitrale da parte degli studenti, dunque, rappresenta senza dubbio una esperienza di vita sana che li catapulta nel mondo del calcio fino a raggiungere i massimi livelli. L’evento si è concluso con delle interessanti domande poste dagli studenti e dalle studentesse ai membri dell’AIA. Sempre più ragazze si affacciano a questa professione, diventando delle “protagoniste” del calcio italiano.