Home » Attualità » Open day vaccini, dalla Ugl di Catania parte la richiesta alla Regione di estensione immediata alla categoria degli under sessanta: “Dare subito possibilità a chi vuole AstraZeneca”

Open day vaccini, dalla Ugl di Catania parte la richiesta alla Regione di estensione immediata alla categoria degli under sessanta: “Dare subito possibilità a chi vuole AstraZeneca”

“Estendere l’open day in corso della campagna vaccinale anche agli under sessanta.” A lanciare la proposta è la Ugl di Catania con il suo segretario territoriale Giovanni Musumeci alla luce dei dati che, tra ieri e oggi, sono giunti in relazione all’iniziativa lanciata dalla Regione siciliana. “A quanto pare sono ancora poche le dosi di AstraZeneca inoculate, rispetto alle disponibilità, mentre cresce la richiesta di lavoratori e cittadini delle fasce non attualmente in target che vorrebbero vaccinarsi. Su questo ricordiamo che perché, per chi ha meno di sessanta anni, il siero non è “vietato” bensì “non consigliato”. Dalle informazioni che abbiamo ricevuto, dopo le prime code di ieri mattina, il flusso ultrasessantenni nell’hub vaccinale catanese è blando. Nel contempo riceviamo sollecitazioni da parte di concittadini che si andrebbero a fare di corsa il vaccino AstraZeneca. In questo senso, con il segretario regionale della federazione Ugl salute Carmelo Urzì e con il segretario dei medici Raffaele Lanteri, che nei giorni scorsi avevano lanciato il suggerimento, ho condiviso la necessità di riproporre al presidente della Regione Nello Musumeci l’idea di procedere speditamente con l’iniziativa intrapresa, dando l’opportunità a chi volesse di ricevere la somministrazione.” Al pensiero del segretario etneo, fanno subito eco Urzì e Lanteri che invocano l’implementazione della fascia di età per i punti vaccinali dell’intera isola. “Abbiamo compreso che, purtroppo, nonostante le continue rassicurazioni da parte del mondo scientifico, per molti “over” in buona salute lo scetticismo nei confronti del vaccino anglo-svedese è elevato, motivo per cui riteniamo più efficace rassicurare la popolazione ed agevolare le operazioni, smaltendo le dosi con il coinvolgimento di chi invece non nutre dubbi e vuole avere la prima dose. Immaginiamo questo si possa fare già da domani, creando un ordine di priorità per la fascia target e, successivamente, iniziare ad offrire il vaccino anche ad esempio agli over cinquanta attraverso una lista trasparente all’ingresso degli hub – aggiungono i due esponenti del settore sanitario della Ug. Tutto questo, naturalmente, mantenendo una separazione netta con il percorso che prenotati che non deve subire ritardi ed incroci”. “Ci auguriamo quindi che il governatore ascolti questo nostro appello che parte da Catania e dia tempestivamente le giuste direttive, come già hanno fatto suoi colleghi di altre regioni, per fare in modo  che nel territorio regionale i lavoratori vengano vaccinati anche in vista di una stagione di riaperture che, grazie ad un corretto e spedito funzionamento della pratica vaccinale, potrebbe  iniziare il prima possibile per frenare la corsa del virus e fare ripartire l’economia – concludono Musumeci, Urzì e Lanteri.”